HomeIl Territorio e L' AmbienteMonumenti e Luoghi di Culto

Monumenti e Luoghi di Culto

Stampa PDF
Indice
Monumenti e Luoghi di Culto
Chiesa Parrocchiale
Chiesa dei Cappuccini
Chiesa di Santa Croce
Chiesa di Moglia
Oratorio di Caposotto
Chiesa Malcantone
Monumenti ai caduti
Ville-Palazzi-Edifici di interesse pubblico
Tutte le pagine

I Beni Culturali Sermidesi

Testi tratti dal libro "Sermide 1998" del Prof. Giovanni FREDDI

Per beni culturali intendiamo qui la Torre, le chiese del capoluogo e delle frazioni, i palazzi e le ville di particolare valore, alcuni edifici storici, lapidi e monumenti, edifici di interesse storico-commemorativi.

Ci soffermiamo su questi beni non solo per il loro intrinseco valore o per l'interesse artistico, ma anche per il fatto che ad essi è intimamente legata la memoria antica e profonda di Sermide.

La Torre

La Torre gonzaghesca che possiamo ammirare nel cuore di Sermide è l'unica rimasta della cittadella costruita dal Comune di Mantova verso il Mille e fortificata da Ludovico Gonzaga dopo il 1370 . E' un solido torrione merlato, pesantemente rimaneggiato negli anni '30, che si presenta fregiato di un elegante stemma dei Gonzaga in terracotta restaurato di recente.

torrestemmatorre_prima_del_restauro

Mettendo a confronto le fotografie di prima e dopo i lavori di restauro degli anni '30 si rivelano subito gli interventi vistosi: chiusura di feritoie e finestrelle, scomparsa di antiche inferiate e di un orologio murale, aggiunta del grande stemma dei Gonzaga tra le incassature delle travi dell'antico ponte levatoio, sistematica sostituzione di mattoni, farinosi di salnitro e di vecchiaia.
Le finestre, di dimensioni ridotte come si conviene a un torrione, continuano a sovrapporsi appaiate fino ai grandi finestroni terminali: due a nord e tre sugli altri lati.
Grazie a questi interventi, preceduti nei secoli dall'aggiunta di speroni di consolidamento (rispettivamente nel 1781 e nel 1932-3) E' scomparso quel velo rossiccio di mattoni sfarinati che sottolineava la vetusta nobiltà  del fortilizio gonzaghesco.

All' interno dell' androne passante sono state collocate lapidi ai caduti di tutte le guerre

lapidi_ai_caduti

e stemmi di alcune famiglie nobili del territorio mantovano: Castellani, Magnaguti, Bardini, Gonzaga, Gioppi, Bonacolsi.

stemmi_lapidi

Ad una parete della scala che conduce alla cella campanaria con i grandi campanoni civici è infissa una lapide con il seguente testo:

lapide_scala

 

INVITTA
CONTRO IL TEMPO IL FIUME GLI EVENTI
UNICA SUPERSTITE DELLE OTTO TORRI CHE CORONAVANO
IL FORTE E BEL CASTELLO CONOBBE LO SPLENDORE DEI GONZAGA
E TRA I BAGLIORI DELLE FIAMME GLORIOSE SCORSE LA NUOVA AURORA
DEI FULGIDI DESTINI DELLA PATRIA
OR RESA INCROLLABILE LI ATTENDE CERTA IMAPAVIDA E SECURA
A. XIII E.F

 

Non esistono elementi per confermare l'esistenza delle otto torri che coronavano il forte e bel castello di Sermide. I documenti e l'iconografia a nostra disposizione ci consentono al massimo di confermare l'esistenza di cinque.



sportellocittadino banner_suap Facciamo il punto banner_auser banner_gioco
sikis